Sito web responsive: pronti per il Mobilegeddon di Google?

Scritto da il 20/04/2015 in Sito web, Sito web responsive, Web Marketing

Perché dovrei passare ad un sito web responsive?

La risposta arriva chiara da Google, con questo aut aut ufficiale dell’ultimo minuto: da oggi, 21 aprile, i siti web che non si sono ancora adeguati al responsive design, non saranno più visibili nelle ricerche effettuate da dispositivo mobile.
Colpa del nuovo algoritmo Mobilegeddon, come viene oramai definito in rete; il cui cambiamento è stato, per la prima volta in assoluto (…anche se all’ultimo minuto) preannunciato dall’azienda; solita, invece, limitarsi ad effettuare i suoi cambiamenti di algoritmo ed a lasciare che siano le SEO Web Agency come Gammadesign a registrarli nei giorni a seguire.
Ciò significa, in poche parole, che tutti gli utenti che da oggi effettueranno una ricerca su Google tramite smartphone o tablet (qualunque marca o modello), visualizzeranno soltanto più le aziende in possesso di un sito web responsive. Anche se, stando a quanto si percepisce nelle ultime settimane, non è da escludere che vi saranno delle ripercussioni anche sui risultati su desktop.

Perché il Mobilegeddon?

La scelta rivoluzionaria di Google legata al mobile friendly, è giustificata dal fatto che i dispositivi mobili stanno assumendo un ruolo sempre più rilevante nel traffico web (nel 2014 l’utilizzo di internet da mobile è cresciuto del 20% – “Audiweb pubblica i dati della total digital audience del mese di dicembre 2014
Al punto da spingere Google a favorire un sito web responsive, rispetto ad un sito che:

  • utilizza ancora animazioni Flash
  • costringe a zoomare per poter leggere
  • costringe a scorrere orizzontalmente il sito per poter visualizzare tutti i contenuti della pagina
  • rende difficile cliccare sul link desiderato.

Un sito che essendo fatto così, non è “mobile friendly”; poiché limita fortemente l’accessibilità (nel caso dei siti ancora in Flash!) e l’usabilità da mobile, aumentando notevolmente la frequenza di abbondono (valore che indica il numero di persone che visita il sito e lo abbandona dopo pochi secondi).

Come posso sapere se il mio sito è responsive e mobile friendly?

Google ha messo disposizione un tool specifico a questo indirizzo:
www.google.com/webmasters/tools/mobile-friendly/
Si tratta di un test finalizzato ad analizzare l’url indicato ed segnalare se il sito ad esso associato è ottimizzato per dispositivi mobili.

Cosa fare per avere un sito web responsive?

Un sito web responsive è di fatto un sito ecommerce, CMS, vetrina, ecc. che la nostra SEO Web Agency Torino realizza mediante le tecniche specifiche del Responsive Web Design; per far sì, che il tuo sito internet adatti automaticamente layout, pagine web, contenuti al dispositivo con il quale vengono visualizzati (computer con diverse risoluzioni, portatili, tablet, smartphone).

  • riducendo al minimo la necessità per l’utente di ridimensionamento e scorrimento dei contenuti
  • diminuendo, come abbiamo già detto, la frequenza di abbandono
  • continuando a presentarti come un’azienda che si aggiorna e, soprattutto in questi tempi, come un’azienda di successo che non è in crisi!
Riepilogando

1) A partire da oggi, i siti web che non sono responsive e mobile friendly, saranno visibili soltanto più tra i risultati delle ricerche Google effettuate tramite computer e portatili; scompariranno, invece, dalle ricerche Google da mobile.
2) Per non perderti una buona fetta di mercato (Nel dicembre 2014 ben 27,8 milioni di italiani hanno avuto accesso a internet da smartphone e 10,2 milioni da tablet – “Audiweb pubblica i dati della total digital audience del mese di dicembre 2014”), l’unica possibilità è di adeguare il tuo sito web al responsive design contattando, la SEO Web Agency Torino per effettuare un intervento di restyling.

Laura Pia

Laura Pia - Digital, Creative e Seo Copywriter


Il mio lavoro consiste nello scrivere contenuti originali, interessanti e persuasivi nell’ambito di progetti digitali (siti web, newsletter, banner), pubblicitari (riviste, brochure) o di web marketing (Seo content, Seo copywriting, Article marketing, Landing page).
Condividi questo articolo su:

  • ico-facebook
  • ico-twitter
  • ico-blog